SHARE
hack_Apple_Watch

hack_Apple_Watch

Alcuni sviluppatori già noti nel panorama del jailbreak e nello sviluppo di tweak, sono riusciti ad eseguire un hack su Apple Watch che permette di installare applicazioni native. Con il rilascio di WatchOS 2, Apple ha aperto nuove frontiere agli sviluppatori, è stata dunque offerta anche a loro la possibilità di realizzare applicazioni interamente sviluppate per Apple Watch, senza ricorrere ad iPhone come collegamento, ma quello che sono riusciti a fare Steve Troughton-Smith, Saurik e Adam Bell va oltre ogni aspettativa.

Apple offre agli sviluppatori il WatchKit che permette lo sviluppo di App per WatchOS 2 ma sempre restando dentro le ferree linee guida imposte dall’azienda. L’interfaccia utente di Apple Watch non può essere interamente modificata, come per esempio la barra in alto che indica l’ora esatta e altri elementi devono essere sempre presenti. Gli hackers in questo caso sono riusciti a passare queste ristrettezze e le applicazioni, non solo si installano nitidamente sul dispositivo, ma riescono ad occupare ed essere in esecuzione nell’intero quadrante di Apple Watch. Nel video che trovi di seguito è mostrata una piccola demo dell’applicazione sviluppata dai noti hackers che hanno subito condiviso la notizia su Twitter


Questo rappresenta il secondo hack per Apple Watch, il primo in assoluto è stato eseguito dal noto Comex che è riuscito ad installare un piccolo browser su Apple Watch, per saperne di più trovi l’articolo cliccando qui.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA