SHARE
Apple Watch la prima app per il nuoto
Apple Watch la prima app per il nuoto
Apple Watch la prima app per il nuoto
Apple Watch la prima app per il nuoto

Apple Watch l’indossabile tecnologico e gioiello di lusso (per le versioni più care) dell’azienda di Cupertino può essere utilizzato anche per controllare le vostre attività fisiche in acqua, come ad esempio nuotare in una piscina pubblica e misurare la distanza percorsa e le calorie consumate.

L’applicazione, non ancora presente sull’App Store, è stata sviluppata dal programmatore Ted Bradley che ha deciso di sfruttare al meglio le caratteristiche di impermbeabilità IP67 dell’Apple Watch, che come sappiamo è certificato per resistere sott’acqua per 30 minuti ad una profondità massima di 1 metro e mezzo.

In poche parole Apple Watch oltre che ad essere utilizzato sotto la doccia o mentre ci stiamo lavando le mani, potrebbe avere il suo utilizzo anche a livello sportivo, o comunque amatoriale, per tutti i nuotatori che usano spesso o saltuariamente le piscine pubbliche.

L’applicazione non è ancora perfetta dato che sembra essere leggermente laggata (rallentata) in certe funzioni, sopratutto quando usciamo e rientriamo nell’acqua, ma nel complesso l’Apple Watch grazie al software per nuotatori ci può fornire una serie di informazioni utili per monitorare lo stato del nostro corpo, la distanza percorsa, il consumo energetico del nostro organismo.

Apple Watch la prima applicazione per il nuoto non arriverà subito

Non sappiamo se quest’applicazione arriverà mai ufficialmente sull’Apple Store; alcuni esperti del settore indicano infatti che questo software entra i contrasto con le politiche dell’azienda di Cupertino, dato che nello statuto dell’App Store sezione 13 comma primo si dice esplicitatamene che non si possono sviluppare applicazioni “che possano danneggiare direttamente o indirettamente il dispositivo su cui sono installate”.

Dato che l’attuale Apple Watch è resistente all’acqua ma solo per un certo periodo di tempo e ad una certa profondità non è garantita la sua integrità quando lo utilizziamo in varie sessioni di nuoto, dato che non è stato sviluppato nativamente per questo.

L’applicazione con buona probabilità non sarà scaricabile ufficialmente per questo primo Apple Watch, ma possiamo sperare che l’azienda di Cupertino in futuro ne migliori le caratteristiche per una maggiore impermeabilità, come accade già su altri dispositivi come ad esempio il Pebble Watch che ha già una sua applicazione dedicata al nuoto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA