SHARE
Smartwatch e sicurezza
Smarttwatch il livello di sicurezza sembra non essere sufficiente

Primi test sulla sicurezza compiuti da esperti informatici hanno svelato che i 10 smartwatch più venduti sul mercato, sia con sistema operativo Android che Watch OS di Apple sono vulnerabili e i vostri dati potrebbero essere rubati.

Smartwatch e sicurezza
Smartwatch il livello di sicurezza sembra non essere sufficiente

Un gruppo di esperti informatici (definiti White hat hackers, dove per white hat si intende persone non malintenzionate) hanno testato il livello di sicurezza che gli smartwatch odierni possono offrire, per la salvaguardia delle informazioni personali che vengono archiviate e analizzate dagli indossabili.

Sono stati testati 10 smartwatch, di cui 8 non sappiamo il modello (ma pare che tra essi vi sia anche l’Apple Watch), mentre i restanti due sono gli indossabili LG G Watch e il Samsung Gear 2 Neo con sistema operativo Android Wear e Tizen.

Smartwatch e il loro livello di sicurezza: i primi allarmi

In poche parole sono stati analizzati tutti i principali sistemi operativi che fanno funzionare gli attuali smartwatch di punta di molte società produttrici: Android Wear, Tizen e Watch OS e da quello che è emerso e che tutti i tre i software presentano problemi di sicurezza dovuti alla mancata criptazione dei dati al loro interno.

Senza la criptazione a livello informatico dei dati, tutte le informazioni che riguardano i vostri contatti, le email, i messaggi e addirittura le informazioni che riguardano il vostro stato di salute monitorato dalle applicazione fitness e health possono essere a rischio.

L’associazione per il software e l’informatica e il concilio per l’industria tecnologica hanno già scritto una lettera al presidente Obama negli Stati Uniti sul fatto che se i dispositivi devono rimanere non criptati per poter eventualmente essere controllati dalle agenzie di sicurezza e dai pubblici ministeri, precludono ai cittadini statunitensi la possibilità di salvaguardare la propria privacy e i dati sensibili: con gli attuali smartphone e smartwatch infatti un attacco hacker potrebbe violare la segretezza dei dati delle vostre carte di credito utilizzate nei pagamenti mobili, cosa che con una criptazione dei dati non sarebbe possibile.

Con l’aumento della diffusione degli Smartwatch a livello mondiale gli hackers malintenzionati potrebbero sfruttare di più le falle di sicurezza degli indossabili piuttosto che degli smartphone, e comunque ottenere dati personali preziosi per le loro attività illegali.

Fonte: notizia

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA