SHARE
Galaxy A3, A5, A7: Samsung sta preparando un sequel
Galaxy A3, A5, A7: Samsung sta preparando un sequel

Secondo rumors recenti Samsung sta già lavorando ad un sequel degli attuali Galaxy A3, A5 e A7: non si prevedono grossi cambiamenti ma rifiniture hardware/tecniche.

Galaxy A3, A5, A7: Samsung sta preparando un sequel
Galaxy A3, A5, A7: Samsung sta preparando un sequel

Samsung di solito quando pensa di aver costruito un buon smartphone che ha raggiunto un discreto livello di vendite in generale, procede a rinominarlo con un altro aggettivo (Neo, Plus eccetera) e lo modifica in alcune sue parti hardware riproponendolo sul mercato come modello aggiornato.

Sembra che la “serie A” dell’azienda coreana, quella con scocca in metallo, peso e spessore contenuto, sarà leggermente modificata aggiornata, dato che recenti rumors affermano che Samsung stia lavorando ad un sequel che riguarda il Galaxy A3, A5 e A7.

Samsung Galaxy A3, A5, A7: nuove versioni in arrivo?

Per adesso si sanno unicamente i numeri seriali dei nuovi modelli rinnovati: SM-A310F, SM-A510F e SM-A530F per la Russia, mentre per il mercato cinese i seriali cambieranno in SM-A5100 e SM-A7100; ovviamente come avrete capito pure voi le prime due lettere indicano il modello Galaxy A3, A5 o A7.

Dato che, come accennato già ad inizio articolo, i seriali differiscono dagli originali di poco si è subito pensato che le nuove versioni saranno simili ai prodotti iniziali, e i cambiamenti non saranno importanti: magari un processore più potente, un po’ più di memoria ram, una fotocamera aggiornata.

Ci potrebbero essere anche cambiamenti dal punto di vista software, con l’introduzione di una versione Android più recente e perfezionata con l’interfaccia TouchWiz, ma per adesso su questo punto non ci sono ancora notizie certe e concrete su cui fare affidamento.

Sfortunatamente, cosa che a qualcuno effettivamente darà un pò fastidio, Samsung forse ricadrà nel suo principale difetto di marketing: sfornare troppi prodotti che si accavallano l’uno con l’altro con nomi troppo simili e aggettivi come Plus, Neo eccetera che nei consumatori meno esperti creano solo confusione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA