WhatsApp e le chiamate vocali: saranno bloccate? I rumors

WhatsApp e le chiamate vocali: saranno bloccate? I rumors

SHARE

Rumors affermano che WhatsApp si sta preparando ad informare i propri abbonati di eventuali blocchi delle chiamate vocali effettuati dagli operatori.

WhatsApp e le chiamte vocali: rischio blocco?

Una delle funzioni che più ha invogliato le persone ad utilizzare WhatsApp, la chat più utilizzata al mondo su smartphone di ogni sistema operativo (iOS, Android, Windows Phone eccetera) con oltre 900 milioni di iscritti, è stata sicuramente l’introduzione delle chiamate vocali.

Con le chiamate vocali tutti gli utenti possono senza pagare il costo della chiamata, utilizzando una connettività Wifi o una connettività dati 3G-4G, sentire a voce tutti quei contatti che hanno ovviamente abilitato la stessa funzione all’interno dell’applicazione WhatsApp.

Stanno però circolando alcune voci che presto questa funzione vocale sarà duramente combattuta dagli operatori telefonici che, dopo aver perso denaro nel campo della messaggistica tramite SMS, adesso si vedono diminuire pure il traffico VOCE data la portata mondiale degli utenti abbonati a WhatsApp.

WhatsApp e le chiamate vocali: a rischio blocco da parte degli operatori telefonici?

Un documento, o meglio dire un email inviata direttamente dallo Staff americano a quello italiano di Windows Phone, sembra indicare che nella nota informativa destinata agli utenti ci siano alcune nuove righe da aggiungere che non sono state ancora tradotte dall’inglese all’italiano:

WhatsApp email

Sostanzialmente la traduzione è abbastanza semplice e le nuove righe da tradurre servono ad informare gli utenti di windows phone a risolvere problemi quali:

  • Potreste essere impossibilitati ad effettuare chiamate vocali tramite WhatsApp perché il vostro operatore telefonico le impedisce: connettetevi con il Wifi e provate a richiamare;
  • Impossibile effettuare chiamate vocali perché il telefono è connesso ad una connessione Wifi che impedisce le chiamate WhatsApp: connettetevi ad una rete diversa o disabilitate il Wifi;
  • Il vostro operatore telefonico non supporta le chiamate vocali: cambiate operatore o attivate il Wifi;
  • Il vostro Wifi non supporta le chiamate vocali di WhatsApp: provate a connettervi ad un altra connessione Wifi, o disabilitate il Wifi e utilizzare una connessione mobile

L’ultima riga dell’email da tradurre forse sarà completata inserendo al posto di {0} la lista degli operatori telefonici che ufficialmente non supportano più, tramite Wifi o data mobile, le chiamate vocali di WhatsApp.

Secondo quanto si sa, pare che già dal prossimo aggiornamento beta dell’applicazione, saranno inserite nella nota informativa degli utilizzatori queste righe tradotte in italiano, che diventeranno quindi una forma di tutela da parte di WhatApp nei confronti dei propri abbonati.

WhatsApp infatti potrebbe decidere di ignorare le richieste o le minacce dei vari operatori telefonici mondiali, eventualmente comprese da quelli italiani come TIM, Vodafone, Wind, 3 Italia eccetera, e proseguire per la sua strada informando però gli abbonati dei possibili disagi.

Altrimenti potrebbe fare come Microsoft con Skype, ovvero accordarsi con gli operatori telefonici in certi casi per sfruttare piani tariffari per le chiamate vocali, gli sms, eccetera a prezzi molto competitivi.

Bisognerà aspettare ancora nel medio-lungo periodo per capire quali saranno le conseguenze della diffusione di massa di quest’applicazione e le reazioni più o meno violente da parte degli agguerriti operatori telefonici pronti a tutto per non perdere i loro profitti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA