Con l’arrivo di Netflix chi ci perde di più?

Con l’arrivo di Netflix chi ci perde di più?

SHARE

Ormai siamo a ridosso dell’arrivo di Netflix in Italia, il sistema di streaming che porterà sicuramente un nuovo modo di fruire della televisione.

Netflix infatti permetterà, a fronte del pagamento di un canone mensile (clicca qui per saperne di più), di vedere le principali e più importanti serie TV in anteprima rispetto sia ai canali tradizionali, sia alla pay tv.

Arrivo di Netflix

Alcune di queste serie sono addirittura prodotte direttamente da e per Netflix, una su tutte l’imperdibile saga di House of Cards, con un immenso Kevin Spacey nel ruolo del presidente degli Stati Uniti Frank Underwood.

Ebbene, la domanda sorge quindi spontanea. Netflix riuscirà ad avere successo in Italia? E se si, come molti presumono, toglierà abbonati a Sky e Mediaset o si affiancherà ad esse?

A nostro modo di vedere si potranno profilare diversi scenari. Bisogna capire se il pubblico italiano sia pronto per questo tipo di servizio e non secondario, considerare in quante e quali zone d’Italia Netflix potrà essere usato tranquillamente perchè supportato da una connessione adeguata. Se nelle grandi città la connessione non è un problema, lo diventi nei piccoli e piccolissimi centri dove siamo ancora carenti di una vera banda larga.

Detto questo, se Netflix attecchirà probabilmente ruberà qualche cliente a Sky e Mediaset, ma più probabilmente verrà affiancato ad essi per alcuni motivi:

  • i clienti della pay tv sono già disposti a spendere per guardare contenuti quindi la cifra non dovrebbe rappresentare un problema,
  • la pay tv offrono una serie di programmi che vanno al di là delle serie tv e film, in particolare il tanto amato calcio ed altri sport insieme ai vari reality,
  • la presenza di servizi on demand per vedere e/o registrare quello che si vuole quando si vuole e servizi di connessione online per vedere i contenuti (es. Skygo)

Dal nostro punto di vista quello che potrà accadere sarà una revisione degli abbonamenti con esclusione dei pacchetti contenenti i nuovi servizi offerti da Netflix in chi se lo potrà permettere come costi e connessione, mentre una situazione invariata dove banda e costi rappresenteranno un problema per l’arrivo di Netflix.

Ci saranno infine i curiosi che non hanno pay tv e che probabilmente si avvicineranno a Netflix come ponte tra i canali tradizionali e qualcosa che offre contenuti a pagamento, ma pensiamo siano meno perchè se non sono stati attratti finora dall’offerta delle pay tv, difficilmente saranno stimolati ad abbonarsi ad un servizio che non offre calcio, sport e reality.

Vedremo tra qualche mese, e con Natale in mezzo, quale sarà stata la risposta degli italiani a questo nuovo ed interessante servizio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA