SHARE
whatsapp: a rischio la privacy degli utenti

whatsapp: a rischio la privacy degli utenti

Tutti conoscono WhatsApp. L’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo sembra non garantire una privacy totale ai suoi tutenti – secondo quanto rivelato da uno studio effettuato dall’Università di Brno e di New Haven: scopriamo insieme tutti i dettagli.

Proprio per questa ragione l’applicazione Whatsapp raccoglierebbe tutti i dati degli utenti, in particolare delle chiamate. Ovviamente i ricercatori hanno elaborato una documentazione dettaglia in cui asseriscono al fatto che l’applicazione WhatsApp immagazzina all’interno del suo database numeri, data, durata ed ora delle chiamate dei suoi utenti.

Tutte le informazioni vengono salvate all’interno di un server e hanno permesso ai ricercatori di svolgere il loro studio usufruendo di un’app per criptare i dati. Almeno per il momento sono state analizzate le chiamate effettuate SOLO su smartphone Android e non su altri tipi di sistemi. Si deve essere degli esperti ed avere pieno accesso al traffico di rete, ossia riuscire ad accedere in maniera completa ai dati del proprio smartphone.

Whatsapp per le chiamate VOIP si affida ad Opus codec mentre per quanto riguarda le chat si affida ad un protocollo FunXMPP. Insomma il colosso di Mark Zuckerberg sembra avere tra le mani una raccolta di informazioni a dir poco colossale! Quindi pensateci bene prima di effettuare chiamate con questo servizio..

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA