Recensione di Huawei Mate S: Mate 7 con lifting

Recensione di Huawei Mate S: Mate 7 con lifting

SHARE

Con questo articolo inauguriamo una nuova vita della redazione di WatchItalia e lo facciamo subito cercando di porci nei confronti dell’utente nel modo che ci si aspetta e speriamo che questa recensione di Huawei Mate S possa essere nelle vostre corde.

recensione huawei mate s

Oggi il lettore cerca informazioni precise ma essenziali, complete ma non infinite. Qui troverai recensioni da leggere in due minuti, adatte a tutti e non solo per i nerd tecno-maniaci che troveranno comunque risposta alle loro domande, ma abbiamo già sprecato troppo del vostro e del nostro tempo.

Recensione di Huawei Mate S: cosa c’è di nuovo

Il nuovo smartphone Huawei nasce con l’obiettivo di colmare alcuni di quelli che sono i limiti dei modelli di punta ora in commercio, ovvero il Huawei P8 e il Huawei Ascend Mate 7: al primo manca qualche centimetro di schermo, al secondo la giusta maneggevolezza.recensione huawei mate sotto

Ne è nato un device dalla linea estremamente elegante, in una scocca unibody in alluminio che accoglie lo schermo AMOLED da 5,5″ in risoluzione Full HD con estrema precisione: ai lati del display il bordo è quasi imprecettibile.

Con misure di 149mm di lunghezza, 753 di larghezza e solamente 73 di spessore, il nuovo Huawei Mate S risulta essere estremamente maneggevole.

Altre dalla scheda tecnica di Huawei Mate S

Non ci sono particolari novità nelle specifiche tecniche del Mate S, che incorpora l’ottimo processore Kirin 935 già utilizzato sul P8, 3gb di Ram e uno spazio di memorizzazione interna pari a 64gb, comunque espandibile tramite lo slot per schede micro sd, posto sul lato sinistro del telefono, luogo in cui si trova anche l’alloggiamento per una nano sim.

La fotocamera di Huawei Mate S

Per dirla correttamente, dobbiamo parlare delle fotocamere, visto che questo frontalmente troviamo un sensore da 8MP dotato di flash led a luce fissa, mentre quella principale è caratterizzata da un sensore da 13 MP con un stabilizzatore ottico, autofocus e da un doppio flash led.

recensione huawei mate s fotocamera

Un grande lavoro è stato fatto per il software della fotocamera di Huawei Mate S che permette di comandare manualmente ogni parametro, fatta eccezione per la focale. Presente la tanto apprezzata funzione Light Painting che lavorando sull’apertura dell’obiettivo permette di realizzare effetti di luce particolarmente interessanti.

Il sensore si impronte del Mate S, sa anche fare altro

Poco sotto la fotocamera prinicipale troviamo il lettore di impronte che permette lo sblocco immediato del dispositivo, ma che oltre a questo ci aiuta a navigare nella galleria delle foto, a chiudere il menu a tendina e probabilmente con l’evoluzione del software personalizzato da Huawei acquisterà ulteriori nuove funzionalità.

Non pervenuto il force touch

In fase di presentazione Huawei aveva molto enfatizzato su questa funzionalità, che non troviamo però implementata nella versione attualmente in commercio e che pare proprio non farà mai parte delle caratteristiche delle versioni destinate al mercato italiano: un vero peccato.

Il prezzo di Huawei Mate S

Un device con queste caratteristiche non poteva di certo costare pochissimo, ma c’è da dire che anche questa volta il produttore orientale ha cercato di affiancare alla qualità anche la convenienza: il prezzo di Huawei Mate S è di 699 euro a listino, ma è già possibile acquistarlo online con dei forti dei sconti.

Su Ebay Huawei Mate S ufficiale Italia è in offerta a soli 319 euro. Lo trovi cliccando qui.
Puoi anche cliccare qui e consultare le offerte Huawei Mate S presenti su Amazon, che tendono a fluttuare costantemente.

Il video ufficiale di Huawei Mate S

Perchè dovremmo ostinarci a girare dei video che mai potrebbero reggere il confronto, con quelli di presentazione realizzati dal produttore e costati migliaia di euro? Ecco quindi a seguire il video di presentazione di Huawei Mate S, realizzato dalla stessa casa madre.

In conclusione

Stiamo parlando di un vero e proprio top di gamma che soddisfa in tutto per tutto. Grazie alla Emotion UI di Huawei di ultima generazione il software è facilmente personalizzabile in ogni aspetto e grazie ai vari tool dedicati all’ottimizzazione del sistema, non ci troveremo mai di fronte a lag o imputamenti.

La scelta di utilizzare una batteria da 2700 mAh farà forse storcere il naso a tutti coloro che hanno avuto tra le mani un Huawei Ascend Mate 7, praticamente impossibile da scaricare in meno di 36 ore, ma per contenere le misure non c’era altra soluzione, anzi c’è: con il lancio a gennaio del nuovo Huawei Mate 8.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA