Vendite online in Italia: tutto da (ri) fare

Vendite online in Italia: tutto da (ri) fare

SHARE

E’ stata resa nota da poche ora una ricerca realizzata da Eurostat che analizza le vendite online in Italia e di tutta l’Unione Europea e il dato che ne è emerso è davvero sconcertante in quanto raffigura un quadro relativo al nostro paese davvero imbarazzante.

vendite online in Italia

Vendite online in Italia: in UE peggio solo in tre

Ciò che dovrebbe far preoccupare non è tanto il fatto di essere quartultimi come percentuale di cittadini che hanno acquistato online nel 2015, ma piuttosto il fatto che dietro a noi ci troviamo solo paesi in fase di sviluppo come Cipro, Romania e Bulgaria.

A rendere ancora più pesanti i dati raccolti è la media europea di e-shoppers del 53% mentre gli italiani che in questo ultimo anno hanno comprato online sono solamente il 26% ovvero neanche la metà della media comunitaria e quasi un terzo di quella dei paesi più attivi come ad esempio il Regno Unito.

Siamo dei vecchi polli

Vecchi perchè non è possibile trovarsi di fronte ad under 30 che dicono: “Io non compro online perchè non mi fido” e questa affermazione il sottoscritto la sente praticamente ogni giorno. Poi allo stesso tempo senti di gente che è stata fregata perchè di comprare su marketplace “poco noti” come Amazon o Ebay neanche se ne parla, ma di pensare che sia possibile acquistare in un sito di annunci tra privati un iPhone 6s a 100 euro e non vedersi arrivare nulla o nella migliore delle ipotesi un pacco con dentro un mattone, questo invece va bene e permettimi, se sei così pollo da credere che qualcuno possa venderti un prodotto che vale quasi 800 euro a 100, definirti semplicemente pollo è una vera gentilezza.

I prossimi 5 anni decisivi per le vendite online in Italia

Noi italiani siamo lenti a capire: questo è un dato di fatto, ma prima o poi arriviamo anche se con un abissale ritardo. E’ ben evidente quale sia il margine di crescita per lo shopping online in Italia e probabilmente siamo finalmente giunti al giro di boa.

Ci lavora nel mondo dell’online sta per entrare in un periodo storico davvero rivoluzionario: vivremo almeno 5 anni di crescita costante e importante, ma probabilmente questo trend ne durerà anche 10 di anni.

Ecco che il tuo tv pagato 700 euro nel centro commerciale mentre il tuo vicino di casa l’ha comprato online per 400 farà sempre più notizia. La vacanza in Grecia per due che in agenzia ti costa 1000 euro a persona, la trovi su Internet alla metà. Potrei andare avanti all’infinito, ma basta semplicemente concludere questo pensiero ricordandoti che acquistando online con costanza tutto ciò che ti occorre, alla fine dell’anno avrai risparmiato almeno il 20% di quanto avresti speso affidandoti ai negozi fisici.

Visto che a nessuno piace buttare soldi al vento, sarà il caso che tu cominci a cambiare mentalità, non trovi?

Nelle prossime settimane per aiutarti a capire dove valga la pena acquistare online in sicurezza, cominceremo a parlarti dei migliori portali di eccomerce online analizzandoli nel migliore dei modi e spiegandoti dove andare a guardare per scovare le migliori offerte.

Nel frattempo se hai un po’ di dimestichezza con l’inglese e ti piacciono le statistiche, cliccando qui potrai scaricare il PDF con un estratto della ricerca di Eurostat dalla quale è stato preso spunto per questo articolo.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA