SHARE

HTC non è ancora fuori dalla crisi, lo dimostra il dato annunciato dalla casa Taiwnaese nella giornata di ieri dove è messo in evidenza un margine di crescita rispetto al primo trimestre.

htc-logo-1

Per HTC la crisi non ha fine

Htc ha annunciato ieri i risultati finanziari di Maggio 2016, come si può notare dai dati pubblicati c’è stata una crescita del 17% circa rispetto al mese precedente. Non è tutto oro quello che luccica, infatti se andiamo a comparare il dato di Maggio 2016 con quello dell’anno precedente si nota una flessione del 37% nei guadagni dello stesso mese. HTC nonostante riesca a produrre un top di gamma degno di tale nome, non riesce a ridurre il debito stratosferico accumulato dall’azienda di anno in anno, basti pensare che le perdite di questo trimestre ammontano a quasi 5 miliardi rispetto all’anno precedente. Questa situazione si riversa ovviamente anche sulle strategie di vendita e marketing, difatti l’azienda riesce a convincere con il suo modello di punta ma registra dei sensibili cali di vendite nei prodotti di fascia media, questo è dato dall’offerta che propone l’azienda che non soddisfa assolutamente per rapporto qualità/prezzo l’utenza che vede in quel settore una concorrenza spietata. HTC non riesce a proporre al pubblico dei prodotti tra i 200 e i 300 euro che valgano la pena essere considerati( basti pensare alla gamma Desire), e questo si riversa anche sui possibili guadagni.

La società sotto la guida di Cher Wang, attuale presidente HTC, ha dichiarato di voler investire su nuove tecnologie, ed indiscrezioni riportate da vari siti virano su un’ipotesi da parte della società di investire sulla cosiddetta realtà virtuale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA