SHARE

A Padova due giovani guidano uno scooter in cerca di Pokèmon, ma vengono fermati dai Carabinieri di Prato per violazione delle norme del codice stradale.

pokemon-header2

Prima multa in Italia per giocatori di Pokèmon Go

Pokèmon Go è un gioco lanciato da Nintendo non più tardi di una settimana fa. Nonostante sia stato difficile giocare in questi giorni per via dell’affollamento ai server del gioco, ha fatto registrare numeri impressionanti. La novità è la ricerca degli animaletti attraverso punti delle mappe intorno a noi. Questa interazione tra gioco e realtà è stata una mossa assolutamente vincente. Però come capita spesso, ci si lascia trasportare e si rischia qualcosa anche divertendosi per un semplice passatempo.

A Padova due ragazzi ventenni alla guida di uno scooter, erano alle prese con la cattura dei Pokèmon. I giovani sono stati fermati dai Carabinieri di Prato per violazione delle norme del codice stradale. L’accusa è di guida con il cellulare in mano, guida sopra un marciapiede, ed inoltre una mancata revisione del veicolo, e conducente sprovvisto di patentino. I Carabinieri hanno deciso di multare il giovane.

Le parole del ragazzo a seguito del fatto: “Stavamo cercando i pokemon“. Purtroppo la risposta non gli ha evitato un verbale da parte delle forze dell’ordine. Eppure in rete c’è chi già li definisce degli eroi, ovviamente un pubblico di parte.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA