SHARE

Secondo quando affermato dai ricercatori dell’Alzheimer Disease Research Center del Wisconsin, esisterebbero alcuni lavori che possono allontanare il rischio di ammalarsi della malattia.

L’ Alzheimer è una malattia neurologica di tipo degenerativo che si presenta in individui di età adulta.

Circa le  cause persiste ancora molta incertezza, sebbene per una grande percentuale dei casi sia stata individuata una forte base di tipo genetico. Persistono alcuni casi in cui la malattia si sviluppa senza cause di tipo genetico.

Tra i sintomi più evidenti dal principio vi è una sorta di pre-demenza che spesso viene scambiata solo come il risultato di un forte periodo di stress o come un segno di invecchiamento.

Per esempio piccole dimenticanze, incapacità di memorizzare e di trovare le parole, irritabilità e inconsapevolezza delle perdite di memoria caratterizzano il paziente in questa prima fase.

I ricercatori del centro del Wisconsin hanno portato avanti uno studio per andare a stilare una sorta di lista di mestieri che potrebbero salvarci dalla malattia e quindi, di riflesso, ottenere esempi di mestieri che aumentano il rischio di ammalarsi.

I lavori che salvano dall’Alzheimer

La ricerca è stata effettuata grazie all’esame delle informazioni inerenti a un gruppo campione.

Dalle informazioni ricavate circa le attività lavorative e le abitudini dei pazienti malati, gli studiosi hanno potuto ricavare che mestieri come insegnante,  avvocato, medico, assistente sociale sono quelli a minor rischio.

Quelle a maggior rischio operaio, magazziniere e cassiere. 

I ricercatori spiegano che questi risultati sono legati ad una variabile che hanno calcolato analizzando tutti i casi campione. La variabile è legata alla capacità di mantenere il cervello in attività costante e di mettere un certo impegno nello mettere le proprie doti cognitive al servizio del prossimo. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA