SHARE
usb c accessori

Concorrenza a bocca aperta, eppure la scelta di Apple comincia ad essere seguita anche da altri produttori e cominciano a spuntare ovunque accessori usb C, che trasformano letteralmente quella singola porta della meraviglie.

accessori usb c

Accesori usb C compatibili: qualità e risparmio

Chi ha detto che per aver tanto si debba per forza spendere un mucchio di soldi riguardo accessori originali, sui quali sappiamo che Apple spesso non bada a salare eccessivamente il listino ed ecco che come nel caso dei cinturini compatibili per Apple Watch di cui vi abbiamo parlato in dettaglio, anche per gli accessori usb c per Macbook 12, possono essere pagati davvero molto meno.

Gli accessori usb c più ricercati

Ribadire la genialità di questa nuova porta  risulterebbe persino banale, ma sarà ancora più facile da capirlo qui a seguire mentre comincerete a rendervi conto di tutto ciò che in grado di fare. Qui, il ghigno sarcastico di chi criticò Apple quando presentò il Macbook 12, che ricordiamo ha un’unica porta usb c, si trasformerà in rabbia: non è piacevole ammettere di aver fatto una figura da polli.

Non vogliamo però dilungarci oltre e quindi cominciamo a vedere quali siano i migliori accessori usb c oggi disponibili sul mercato.

  • Hub usb c o multiport usb c – Tutto in una piccola scatola di pochi centimetri: questo è ciò che promettono e mantengono questi dispositivi che, collegati alla porta usb c del MacBook permettono di ricaricarlo e di avere a disposizione tutte le porte che avevate utilizzato sui vostri precedenti computer: USB 3.0, Hdmi, lettore schede di memoria, porta Ethernet e ovviamente “bypass” per la ricarica.
  • Batteria esterna usb c o powerbank usb c – I produttori di batterie esterne ad alta capacità hanno subito pensato che fosse utile dotare le unità ad elevata capacità di connettori usb c, in modo da permettere di ricaricare il MacBook e in futuro tutti i prossimi device che utilizzeranno lo standard “Type C”.
  • Adattore da usb c a usb 3.0 – Un piccolo pezzettino di metallo e plastica che vi permette di avere a disposizione una classica porta USB per collegare al volo i vostri dispositivi. C’è davvero poco da dire.
  • Cavo da usb c a usb 3.0 – Poco da aggiungere rispetto all’adattore, fatta eccezione per il cavo. Anche questo un vero toccasana in certi momenti.
  • Adattore usb c a VGA –  Ormai l’HDMI impera e negli HUB usb c non viene più inclusa la porta VGA che talvolta diventa però vitale, quando ad esempio ci si trova a doversi collegare per una presentazione ad un vecchio proiettore: prevenire è meglio che curare.

Gli accessori usb c sono solo alla loro fase embrionale e quando diventeranno il prossimo standard universale per quanto riguarda le porte ibride dati/alimentazione e già si cominciano a vederne i primi impieghi su device costruiti dalle aziende più disparate: anche i i produttori cinesi cominciano a sperimentare l’uso dell’USB C sui propri smartphone e tablet.

Dove potrà arrivare questa nuova tecnologia? L’estrema flessibilità di impiego di questa porta non potranno far altro che trasformarla in quella porta universale che da decenni si insegue e che alla fine mai è stata realizzata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA