SHARE

Si chiama Floka ed è il nuovo robot sperimentato dall’Università di Bielefeld in Germania.

Il nuovo aiutante domestico sarà in grado non solo di eseguire piccoli e grandi lavori casalinghi, ma anche di interagire socialmente con quelli che diventeranno i suoi familiari.

Si tratta di un robot piccolo e davvero molto carino, capace di imitare espressioni facciali umane e simulare stati di felicità, preoccupazione, ansia e ira.

Un vero e proprio esperimento sociale, che risiede nella testa di questo robottino.

Quanto preannunciato dal Cluster di Eccellenza in Tecnologia di Interazione Cognitiva – CITEC è sorpendente. Il piccolo robot sarà in grado di pulire e mettere a posto e allo stesso momento mostrare come si sente senza parlare, proprio come facciamo noi con le espressioni del volto.

Floka e le interazioni sociali

Il piccolo Floka è stato presentato a fine Giugno presso l’Automatica Munich robot show e si tratta, ovviamente, del prototipo che potrà subire ulteriori processi di miglioramento e superare altre fasi per entrare in commercio, ma possiamo dire ad oggi che esiste!

Esiste un robot che ha una “testolina intelligente” capace di osservare l’ambiente circostanze, analizzare delle situazioni e persino fornire alcune risposte senza necessariamente aver ricevuto la domanda.

Potremmo dire che il robot è attualmente a scuola di socializzazione. 

Il dottor Sven Wachsmuth del CITEC, responsabile di questo esperimento sociale innovativo, spiega come il piccolo aiutante domestico sia dotato di occhi, ciglia, labbra che possono muoversi a simulazione di espressioni del volto, quel volto simpatico che sembra appena uscito da un cartone animato.

Sarà possibile avere un robot donna, uno uomo , uno giovane o uno un po’ più vecchio: tutto grazie alla possibilità di personalizzare gli elementi del volto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA