SHARE

Il computer del futuro sarà progettato grazie alle scoperte e agli avanzamenti portati avanti dalla quantistica.

Un computer quantistico è una macchina in grado di eseguire calcoli elaborati e gestire molte informazioni.

Ciò che riusciranno a fare grazie all’avanzamento della Scienza sarà creare delle macchine che posso comunicare tra di loro autonomamente e svolgere delle operazioni in tempo breve.

Come sarà possibile tutto ciò? Facile, “insegnando” loro il linguaggio della matematica.

La progettazione di questi dispositivi del futuro è frutto di  una sperimentazione finanziata dall’Unione Europea con quasi 4,5 milioni di euro e portato avanti dal team coordinato da Tommaso Calarco, appartenente all’università tedesca di Ulm.

È stato lo stesso Calarco a presentare il progetto pochi giorni fa ad Ercolano che prende il nome di programma di ricerca RYSQ. Lo scopo del programma di ricerca è quello di sviluppare un linguaggio matematico da poter insegnare alla macchine per permettere loro di svolgere azioni semplicemente comunicando tra loro.

I computer potranno utilizzare gli atomi come antenne per studiare il mondo circostante

Per la programmazione di questi nuovi dispositivi si presterà attenzione alle teorie quantistiche. 

Si verranno a creare dei piccoli computer che lavorano allo stesso modo di quelli quantistici grazie all’utilizzo di particelle che si chiamano atomi di Rydberg. 

Questi atomi hanno un numero quantistico alto e tutti gli elettroni sono distanti dal nucleo. La presenza di elettroni nelle zone “periferiche” del nucleo permette a questi atomi di essere molto presenti alla composizione e risposta in campi elettrici.

Gli elettroni funzionano come delle antenne per captare tutti gli elementi che si trovano nello spazio circostante.

Lo studio sugli atomi di Rydberg è alla base per lo sviluppo di questo nuovo progetto. Sarà proprio grazie allo studio sull’ampliamento delle loro possibilità di comunicare che sarà possibile andare a creare delle macchine che studiando l’intorno saranno in grado di svolgere molte funzioni.

I nuovi pc avranno, come auspicato, una potenza di calcolo che supererà di gran lunga quelli odierni. Siamo tutti curiosi di sapere quali saranno i risultati e se tutto questo ci permetterà di fare con i computer cose impensabili.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA