SHARE
Blocks

Secondo rumors dell’ultima ora, entro dicembre sul mercato dovrebbe essere commercializzato il primo smartwatch Android modulare chiamato Blocks. Quest’ultimo proveniente da una campagna trionfale su Kickstarter nei giorni scorsi ha fatto visita all’ente americano FCC, offrendo cosi al pubblico la possibilità di conoscere nuovi dettagli e sopratutto apprezzare in uno scatto differenti elementi che lo compongono.

Blocks: il primo smarwatch modulare Android è pronto a debuttare

Osservando lo scatto ad inizio articolo, si può benissimo notare che il case ha una forma circolare, equipaggiato di uno schermo con risoluzione 400 x 400 pixel. Presenza anche dei moduli extra, tra cui spicca una batteria aggiuntiva da 95 mAh – quella già presente nel dispositivo indossabile è da 300 mAh – il GPS  e sensore il battito cardiaco.

Uno dei moduli disponibili che desta particolare interesse è senza dubbio il tasto programmabile, tramite il quale è fattibile avviare in tutta semplicità un’applicazione specifica. Blocks è basato su Android che risulta differente da Android Wear, ed è perfettamente in grado di riconoscere in maniera del tutto automatica le tipologie di moduli collegati al corpo centrale facendoli operare correttamente.

Dallo schermo inoltre è fattibile gestire ciascuno dei moduli accessori, verificandone il funzionamento. Lo smartwatch modulare Blocks è disponibile in prenotazione in due colorazioni, ovvero: rosso e nero al costo di 330 dollari, prezzo che include quattro moduli. Per aggiungere un modulo bisogna sborsare 46 dollari in più, mentre l’acquisto di tutti i moduli, ad oggi sei, fa alzare il costo del dispositivo indossabile a 411 dollari.

Le prime spedizioni inizieranno da dicembre, salvo imprevisti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA