SHARE
Tesla

Tesla Motors, rappresenta una delle aziende automobilistiche maggiori in circolazione. Con essa anche altre case automobilistiche sviluppano vetture sempre più all’avanguardia e tecnologiche. Con la tecnologia a bordo però aumentano anche i rischi di attacchi da parte di hacker.

Ricercatori in Cina mostrano come sia possibile manomettere una Tesla

Al giorno d’oggi ogni sistema dotato di una qualsivoglia tecnologia a bordo è passibile di attacco da parte di hacker. Non siamo sicuri né sul WEB, né con i dispositivi mobili, e neanche con i servizi di pagamento contactless.

Se poi anche le case automobilistiche vogliono dotare le proprie vetture di centraline e sistemi sempre più avanzati, va da sé che anche la concorrenza dei pirati informatici si alza di livello. Se poi la società in questione si chiama Tesla Motors, viene difficile resistere alla tentazione.

Un gruppo di ricercatori della società di tecnologia cinese Tencent è riuscito a controllare a distanza l’impianto frenante, tronco, e specchi laterali del veicolo. Al fine di dimostrare una serie di vulnerabilità, i ricercatori hanno fatto un video e reso pubblico sul loro blog . Gli hacker sono riusciti a compromettere il cosiddetto Can Bus, un semplice protocollo computer utilizzato nel settore auto. Tutti i sistemi e unità elettroniche all’interno auto moderne comunicano tramite questa rete.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA