SHARE

Si chiama DistractaGone ed è la nuova custodia per smarphone che salverà le vostre serate romantiche e non solo. Non ci credete?

Pensate a quante ore passate a smanettare con il vostro cellulare. Sicuramente ciascuno di voi starà pensando che sono poche, relativamente poche. Quindi allora provate ad immaginare a quella volta che siete usciti di casa e vi siete accorti di non avere con voi il cellulare.

Cosa avete fatto? Siete tornati indietro a rischio di fare tardi? Siete andati lo stesso a lavoro, ma vi siete sentiti “persi” o quasi come andare in giro dimenticando di togliere le ciabatte?

In entrambi i casi, la spiegazione a questi tipi di comportamenti è una sola e si chiama dipendenza da smartphone. La dipendenza da smartphone si manifesta anche non necessariamente passando tantissime ore smanettando con il cellulare, ma semplicemente non riuscendo a non controllarlo ogni tot di minuti ( o addirittura secondi).

Quando siete a tavola quante volte controllate le notifiche dello smartphone? Se siete a scuola quante volte controllate i social (anche se in classe il cellulare dovrebbe restare nello zaino e spento)? E ad una riunione di lavoro?

Problema dipendenza risolto grazie ad una custodia per smarphone

DistractaGone risolverà ogni vostro problema di dipendenza. Grazie a questa custodia il vostro cellulare resterà chiuso per un determinato lasso di tempo e non potrete controllare nessuna notifica, né rispondere alle chiamate, insomma meglio che spegnerlo e tenerlo in tasca per poi riaccenderlo pensando che potrebbe arrivare una telefonata urgente.

DistractaGone è una scatola porta smartphone che può contenere fino a 4 dispositivi. Si chiude, si imposta il timer e non si riapre prima che sia trascorso il tempo impostato.

Il  gruppo di olandesi che l’ha inventata la sta promuovendo grazie ad una campagna su Kickstarter. In pratica, lanciata l’idea, aspettano di vedere se riscuoterà successo prima di mettere la “scatola magica” sul mercato.

Di certo un po’ più di tempo da passare nella “realtà reale” senza distrazioni virtuali non farebbe male a nessuno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA