SHARE

L’era degli hi tech indossabili è cambiata: arriva Shippo, la coda che si indossa e ci rende un po’ simili ai nostri antenati.

I Giapponesi sono sempre un passo avanti e spesso a noi europei la loro cultura può sembrare strana e affascinante allo stesso tempo. Ma oggi parliamo di Shippo, una coda robotica del tutto simile a quella degli animali, ma che si applica al didietro umano.

Che sia positiva o negativa la vostra opinione a riguardo, approfondiamo l’aspetto del tutto tecnologico del prodotto.

Questa bellissima coda da batuffolo, che tra l’altro sta diventando anche popolare per la sua estraneità alla nostra cultura, si muove grazie ai  comandi che vengono dettati dalle nostre onde cerebrali.

L’insieme di analisi onde cerebrali, battiti cardiaci e frequenza respiratoria inviano alla coda un segnale che permette un movimento inerente allo stato d’animo della persona che lo indossa. Comodo, o no?

Come funziona la coda Shippo

La Neurowear ha presentato il prototipo di questo nuovo oggetto indossabile che funziona tramite Bluetooth. In pratica, la folta e colorata coda, nasconde dei meccanismi ai quali vengono inviate delle informazioni che le permettono di muoversi.

L’azienda giapponese aveva studiato il meccanismo già con le  Necomimi, delle orecchie di gatto che si muovevano proprio in relazione alle onde cerebrali.

Alla coda vengono inviati segnali grazie ai sensori che come un elettroencefalogramma registrano l’andamento delle onde del cervello. Queste informazioni si uniscono alla misurazione della frequenza cardiaca e alle informazioni sull’umore che si possono aggiornare manualmente da un app sul cellulare.

Volete degli esempi? A parte il forte movimento scodinzolante per la felicità, la coda si muoverà lentamente se il soggetto è concentrato o resterà abbassata se il soggetto è triste.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA