SHARE

Secondo alcune credenze nascere due volte è possibile, ma attraverso la reincarnazione che include un percorso fatto di nascita e quindi “essere generato”, una vita in cui tutto scorre fino a raggiungere la morte. Solo dopo la morte in uno “stato”,  si rinasce in un altro. Ma se non volessimo parlare in linea filosofica? Nascere per la seconda volta è stato possibile grazie ad un gruppo di medici e ricercatori che hanno salvato la vita alla piccola Lynlee Hope. 

Una bambina nata due volte quindi, una realtà e non un libro di narrativa o un film d’autore. Parliamo di una storia realmente accaduta in Texas.

Nascere due volte grazie alla Scienza

Una storia che mette insieme salute e innovazione scientifica che ha permesso ai medici di accorgersi che la bambina era affetta da un tumore. 

Alla 16esima settimana di gestazione, durante un normale controllo, i medici si sono accorti che nel feto si stava sviluppando un teratoma sacrococcigeo che si sviluppa nei bambini nella zona terminale della colonna vertebrale.

Non è stato possibile pensare a far prima nascere la bambina e poi procedere alle cure, cosa che di solito avviene quando si ci accorge che nel feto si sta sviluppando una malattia. Questa volta bisognava pensare a qualcosa di diverso , perché il tumore avrebbe potuto bloccare il flusso sanguigno della bambina. Dopo 7 settimane di controlli, la massa tumorale era infatti cresciuta a dismisura.

Si è pensato quindi di far nascere la bambina ed è stata sottoposta ad un’operazione molto delicata durante la quale i medici hanno rimosso parte della massa tumorale. Un’operazione delicatissima e quasi “sospesa in aria”.

Dopo l’intervento la piccola è stata rimessa nell’utero materno e i medici hanno richiuso tutto per far procedere la gravidanza. Un vero è proprio miracolo della scienza: rimuovere il feto, operare e riposizionarlo per far poi continuare la gravidanza.

La bambina è “rinata” il 6 giugno scorso, alla 36esima settimana di gestazione. Sottoposta ad un secondo intervento, ora continua la sua vita da neonata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA