SHARE
aggiornamento WhatsApp

Che vivessimo in una società liquida, recuperando la celebre definizione di Zygmunt Bauman, è un dato piuttosto noto e condiviso, ma che anche i social si adeguassero a questa mobilità stupisce un po’. Sembra infatti esserci una corsa a ciò che non rimane, a ciò che c’è ma poco dopo scompare, tanto che mercoledì verrà rilasciato un aggiornamento WhatsApp grazie al quale sarà possibile inviare contenuti multimediali ai propri contatti che si cancelleranno automaticamente dopo 24 ore.

Aggiornamento WhatsApp – Sempre più social

Così come per il social Snapchat e così come da tempo è per Instagram e, dopo l’ultimo aggiornamento anche per Facebook, ora anche l’aggiornamento WhatsApp che si allinea a questa tendenza. La novità era comunque prevedibile se si tiene conto che WhatsApp è dal 2014 proprietà del gruppo Facebook.

Aggiornamento WhatsApp – Come funziona

L’aggiornamento WhatsApp sarà attivo dalle 18 di mercoledì 22 febbraio per i dispositivi iOs, Android e Windows. WhatsApp vanta un traffico impressionante di dati: oltre cinquanta miliardi di messaggi inviati quotidianamente, insieme a oltre 4 miliardi di contenuti audio, immagini e video. WhatsApp introduce quindi la possibilità di inserire gli aggiornamenti di stato e di comunicarli ai propri amici (sia in chat private che nei gruppi) e fare in modo che questi scompaiano dopo sole 24 ore.

L’aggiornamento WhatsApp è accompagnato dalle parole dell’azienda che così spiega questa scelta: “Quando 8 anni fa abbiamo lanciato WhatsApp l’idea era quella di creare un’app per la condivisione di aggiornamenti di stato, attraverso cui le persone potevano inserire una breve riga di testo per far sapere ai loro amici quello che stavano facendo. Quando abbiamo notato che le persone utilizzavano la funzione per comunicare in tempo reale abbiamo ridisegnato WhatsApp rendendolo un’applicazione di messaggistica istantanea”. Vedremo come gli utenti reagiranno a questa ultima novità e se apprezzeranno di “perdere” le peculiarità di ogni singolo social o applicazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA