SHARE
iPhone riconoscimento facciale

Il gigante californiano Apple fa nuovamente notizia questa volta per l’acquisizione di una start-up israeliana denominata RealFace, una piccola realtà capace di sviluppare una nuova tecnologia rivolta sostanzialmente alla definizione di un innovativo sistema di riconoscimento facciale, sistema che potrebbe essere integrato in futuro nei device Apple, in sostituzione dell’inserimento di un codice numerico per lo sblocco e l’autenticazione nei dispositivi mobili.
Il sito specializzato Calcalist ha addirittura avanzato un’ipotesi sulla cifra sborsata da Apple per l’acquisizione dell’azienda RealFace, la quale dovrebbe avvicinarsi ai 2 milioni di dollari.
L’azienda RealFace rappresenta una realtà estremamente giovane fondata lo scorso 2014 dalla coppia Eckhouse Barzilai e Aviv Mader, la cui mission principale era rivolta verso lo sviluppo di metodologie volte a semplificare la protezione e l’accesso ai dispositivi mobili e PC.
La crescita e lo sviluppo di questa start-up è stata vertiginosa, tanto che nel giro di un paio d’anni, RealFace è stata capace di generare un volume d’affari per un totale di circa un milione di dollari, con successiva assunzione di dieci persone, per lo sviluppo ed il sostentamento del repentino processo di crescita dell’azienda.

Riconoscimento facciale nel prossimo iPhone?

L’acquisizione della start-up israeliana potrebbe celare nuovi sviluppi che potrebbero coinvolgere le prossime generazioni di iPhone, magari con l’integrazione di innovativi meccanismi di sblocco e di sicurezza, abbinati agli ormai collaudati sistemi di rilevazione delle impronte digitali. Il colosso Cupertino si serve gia di sistemi similari per la app Foto, ma secondo alcune indiscrezioni starebbe sensibilmente lavorando per integrare all’interno dei prossimi melafonini un sistema di riconoscimento facciale atto a definire un nuovo sistema di autenticazione, intento che giustificherebbe l’acquisizione di RealFace.
Sarà nostra premura mettervi a conoscenza di ulteriori notizie in merito, nonappena saremo a conoscenza di nuovi sviluppi del caso. Come al solito vi consigliamo di rimanere aggiornate sulle notizie quotidiane proposte dal nostro portale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA