SHARE
Realtà Aumentata

Il tema della Realtà Aumentata affascina tutti specie perché ha ancora intorno a sé una certa aurea di mistero che fa immaginare di poter fare qualsiasi cosa. Similmente anche la Apple sta lavorando su hardware specifici da implementare nei prossimi iPhone e iPad.

Le indiscrezioni sulla Realtà Aumentata di Apple

Al momento ci sono solamente indiscrezioni e le parole di Tim Cook sulla sua preferenza nei confronti della Realtà Aumentata (AR) a discapito della Realtà Virtuale (RV). Queste indiscrezioni sono avvalorate da diversi analisti, tra cui, l’ultimo in ordine di tempo, Steven Milunovich di UBS che recentemente ha dichiarato che nei prossimi anni vedremo sugli iPhone e sugli iPad fotocamere 3D, sensori AR e chipset personalizzati.

iPhone 8 e Realtà Aumentata

Milunovich si spinge oltre e arriva a pensare già un’integrazione tra il prossimo iPhone 8 (in uscita entro la fine dell’anno) e l’hardware per la Realtà Aumentata. Nello specifico egli immagina la presenza della tecnologia SLAM, ovvero di un sistema di mapping stereoscopico, che permetterebbe di mappare un luogo e uno spazio senza averlo esaminato prima. L’analisi dei dati avviene in maniera simultanea a quando vengono recepiti dal dispositivo, generando la mappa 3D mentre si è in movimento.

A conferma di queste analisi Milunovich ricorda come nel 2015 Apple abbia acquisito la società Metaio, specializzata nello sviluppo delle tecnologie di Realtà Aumentata basati su SLAM. Secondo le stesse indiscrezioni più di mille ingegneri starebbero lavorando su questi progetti, anche se sembrerebbe che Apple voglia introdurle nel mercato in maniera lenta e ordinata, per permettere che queste tecnologie divengano di uso comune, così com’è stato in questi dieci anni dall’introduzione dell’iPhone.

Oltre a Metaio sono diverse le acquisizioni portate a termine da Apple negli ultimi anni che inducono a pensare che siano a buon punto i lavori per lo sviluppo delle tecnologie per la Realtà Aumentata. Tra queste c’è recentemente l’acquisizione di RealFace, quindi nel 2013 quella di PrimeSense e si vocifera anche di un imminente accordo con Zeiss per il lancio di occhiali con hardware dedicato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA