SHARE
Google Adblock

Come coniugare il contrasto alla pubblicità invadente con le risorse che la pubblicità stessa fornisce? Questo un po’ lo scoglio da affrontare e superare per Google Adblock il sistema sul quale Google sta lavorando per bloccare le pubblicità che interrompono la navigazione sulle pagine web.

Come funzione Google Adblock

Sono molti i sistemi di ad-blocking che si possono scaricare, come plugin, e utilizzare sui propri browser per bloccare l’apertura di tutte quelle pagine pubblicitarie non richieste quando si accede a determinati siti.

Secondo il Wall Street Journal si starebbe lavorando a Google Adblock funzionante sia su dispositivi fissi che mobile. Una delle peculiarità di questa funzione è che sarebbe disattivabile e quindi il suo utilizzo subordinato alla scelta di ogni singolo utente.

Su questo progetto Google non si sbilancia più di tanto a tramite un proprio portavoce dichiara: “Non commentiamo le speculazioni. Stiamo lavorando a stretto contatto con l Coalition for Better Ads e il settore pubblicitario per esaminare i diversi modi in cui Google e altri membri della Coalizione potrebbero supportare gli standard di Better Ads”.

Google Adblock e la pubblicità

La questione non è così semplice come si potrebbe pensare; infatti le pubblicità sono per tutti, Google compreso, una fonte di guadagno e bloccare in toto con uno strumento quale Google Adblock potrebbe rivelarsi controproducente.

La scelta operata da Google si orienterebbe verso la sottoscrizione della ‘Coalizione per un’industria pubblicitaria migliore’ che definisce quali sono le pubblicità da considerare inaccettabili e che Google vorrebbe bloccare. Queste pubblicità sarebbero tutte quelle, pop-up, pagine a schermo intero, ecc, che all’improvviso e in maniera piuttosto invasiva compromettono la navigazione.

La strategia di Google, forte della diffusione del proprio browser Chrome (che è utilizzato dal 58.6% degli utenti), oscilla tra il bloccare solo questi contenuti o tutti quelli diffusi dai siti nei quali questi contenuti inaccettabili sono presenti. Il guanto, a breve, verrà lanciato e vedremo chi avrà la meglio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA