SHARE
battery bank

Uno degli accessori di cui ultimamente non si riesce più a fare a meno sono le battery bank, ovvero tutti quei dispositivi con i quali ricaricare gli smartphone, i tablet, i lettori ebook, ecc che durante il corso della giornata si scaricano, per non privarsi anticipatamente del loro utilizzo.

I nuovi modelli di battery bank

Le battery bank sono delle semplici batterie aggiuntive che permettono di ricaricare uno o più dispositivi in totale autonomia e senza il bisogno di collegarsi ad una presa elettrica. In circolazione ce ne sono tantissimi modelli che variano principalmente per la potenza di energia garantita.

Gli ultimi modelli, inoltre, sono dotati di piccoli pannelli ad energia solare che permettono a loro volta di ricaricarsi, sfruttando energia pulita e disponibile in qualsiasi luogo ci si trovi, per aumentare la durata del dispositivo e, di conseguenza, della carica disponibile per tutti i dispositivi a cui sono collegati.

Le battery bank e le batterie degli smartphone

I modelli di battery bank disponibili vanno da una potenza di 10000 mAh a quella di 16000 mAh e sono molto spesso integrati con dei led che indicano lo stato della carica e che possono essere comodamente attaccati alla valigia, allo zaino o alla propria giacca.

Il problema della carica degli smartphone (ma anche dei tablet e di qualsiasi altro tipo di dispositivo) è molto sentito e diffuso e nonostante l’aumentare della potenza delle batterie di cui sono dotati gli smartphone di ultima generazione, si presente regolarmente. Le batterie si scaricano sempre più velocemente sia per l’usura delle stesse, magari anche continuamente sottoposte a cicli di carica incompleti, ma anche perché aumenta l’utilizzo degli smartphone e delle applicazioni da essi supportati.

Avere quindi a portata di mano un dispositivo di ricarica, magari ad energia solare, può rivelarsi fondamentale per non rimanere improvvisamente senza nessuna connessione con il mondo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA